mercoledì 30 luglio 2014

I bimbi e i loro ragionamenti


Questa ve la devo raccontare..

Ho un cagnolino bastardino color miele di nome Thommy. E' la nostra mascotte, gli vogliamo un gran bene e l'ho preso proprio quando io e mio marito ci eravamo appena messi insieme.

Ieri sera, come ogni sera, il cucciolo mi ha aiutato a dare la pappa a Thommy e alla nostra micetta, io sono rimasta ad aspettare che finissero di mangiare e il cucciolo è andato a letto con il papà.
Thommy non ha voluto finire la pappa. Era risoluto, non voleva finirla a nessun costo.
A me questa cose rompe un sacco perchè non sopporto che non mi ascolti e che lasci la pappa nella ciotola, anche perchè il giorno dopo con questo caldo diventa secca e immangiabile, e non mi piace che la gatta possa mangiare la sua pappa che magari le fa male essendo bocconi più grandi.
Allora ho iniziato ad inveire contro Thommy, lui non mi ascoltava e io mi innervosivo sempre di più.

Persa la pazienza ho lasciato perdere e ho raggiunto i miei uomini. Il mio cucciolo mi ha chiesto cos'era successo giù dato che mi ha sentita urlare e io gli ho raccontato tutto sempre con modo e tono nervosi.
Di tutta risposta mi ha detto: "Mamma, ma sei arrabbiata anche con me??" e io gli ho risposto di no, che ero nervosa solo perchè Thommy non  mi aveva ascoltata e mi aveva ringhiato, e allora lui "Ma e perchè mamma se non sei arrabbiata con me mi parli con questo tono nervoso?".

Sono rimasta senza parole, dispiaciuta e sconsolata.

Gli sono andata vicino e gli ho detto che mi dispiaceva davvero. Mi ha detto"E allora chiedimi scusa mamma, quando si sbaglia si chiede scusa". Caro, l'ho riempito di baci e ci siamo coccolati un pò prima della nanna.

Cari questi bimbi, imparano da noi e dai nostri insegnamenti e la loro lucidità e maturità a volte è disarmante.

venerdì 25 luglio 2014

Domande da bimbi


Ieri sera il mio bimbo se n'è uscito con una domanda che mi ha colpito tantissimo.
Ero in cucina che preparavo la cena, mi si avvicina guardandomi con i suoi occhietti dolci e il nasino all'insù, mi tira un lembo del vestito per attirare la mia attenzione e mi chiede:

MAMMA MI VUOI SPOSARE???

Beh, sono rimasta di sasso. Non mi aspettavo questa domanda a bruciapelo, no no.
Già giorni fa mi aveva detto TI AMO, ve ne avevo parlato in uno dei miei ultimi post,  ma questa domanda mi ha lasciata spiazzata.

Ragionandoci mi vengono in mente tante cose belle.
Penso che veda me e suo papà innamorati, sa che siamo sposati e che ci siamo sposati quando lui era già nato, e quindi immagino che dal tanto bene che mi vuole pensi sia giusto sposarsi.
Magari in uno dei mille cartoni che guarda ci sarà stata una coppia che si è sposata, la vedeva felice e che si volevano bene quindi anche lui vuole sposare la persona a cui vuole bene.
Mi sono sempre più convinta di ciò quando l'ha chiesto anche a mio marito la sera durante un loro momento della giornata a cui tengono molto entrambi, ovvero la preparazione per la nanna. In quel momento giocano, ridono, scherzano, mio marito si prende cura di lui e si riempiono di coccole a vicenda.

A voi è arrivata questa domanda?

domenica 20 luglio 2014

La voglia di un altro bimbo

Ebbene sì, ho il desiderio di avere un altro bimbo, anzi di una bimba.

Ieri sera con mio marito ci siamo guardati i primi filmati del nostro cucciolo appena nato, commossi come sempre, e mi si è rafforzata la voglia di avere un altro cucciolo tutto nostro e solo nostro.

Il nostro Mattia ad agosto farà 4 anni e quindi spero non sarà gelosissimo della sorellina, capirà che essendo più piccola ha bisogno di più attenzioni di mamma e papà. E poi anche lui ha voglia di una sorellina, si vede che ha voglia di un compagno di giochi che non sia solo un amichetto ma che la sera rimanga a casa con lui e che non se ne vada a casa sua, che mangi con lui..insomma che faccia parte di lui e della vita di tutti i giorni e della sua casa.

Dopo l'avventura con la nostra piccola Maya ho anche bisogno di una sorta di "rivalsa", è davvero brutto vivere una gravidanza, portarla quasi al termine e non avere qui tra di noi quel secondo frutto del nostro amore, ma sapere che è in cielo in mezzo agli angeli.
Più passa il tempo più si realizza. Il tempo porta via la grande angoscia, il grande senso di disperazione ma non porta via del tutto la vena di tristezza. Non porta via i brutti ricordi, non li cancella, e ogni tanto riaffiorano e fanno male. Gli attimi più brutti fanno anche vacillare..

Ho voglia di parlare con la mia pancia, di accarezzarla e che mio marito me la accarezzi dicendo in continuazione "Chi c'è qui???". Ho voglia di vedere il cucciolo nelle ecografie, sentire quel magico suono del suo cuoricino e sentire i colpetti dei suoi piedini e manine. Vedere la pancia che cresce, la gioia che esplode in ogni poro mio e del suo papà.

Sì, ho voglia di queste cose.

giovedì 22 maggio 2014

Mamma TI AMO



Tutte le volte in cui sentivo delle mamme dire ai propri figli TI AMO o dei figli dire alle proprie mamme TI AMO rimanevo stupita e non mi piaceva mai molto.
Mi chiedevo sempre perché non potessero dirsi TI VOGLIO BENE e usassero invece delle parole più consone ad una coppia di innamorati.

Forse perché io sono sempre stata abituata a dire a mia mamma Ti voglio bene.
Glielo ripetevo tremila volte al giorno durante i nostri incontri giornalieri e nelle nostre infinite telefonate, glielo scrivevo nell'sms del buongiorno e in quello della buonanotte, glielo scrivevo nei mille bigliettini che ci lasciavamo dovunque e nella chat che ci faceva sentire vicine quando fisicamente non lo eravamo.
Anche lei me lo diceva molto spesso, in mille occasioni ed era abilissima nell'esprimerlo con le sue tante parole forbite che mi affascinavano ogni volta che le leggevo.
Spesso nei biglietti di auguri delle varie festività o dei compleanni mi scriveva delle lunghe lettere che già alla lettura della seconda riga mi scatenavano lacrime di emozione viscerale e le concludeva spesso con TUA MADRE CHE TI AMA PIU' DELLA SUA STESSA VITA.

Da mamma ho iniziato a dire ti voglio bene al mio cucciolo fin dal primo giorno, fin da quando l'ho visto nella culletta dell'ospedale di fianco al mio letto che dormiva beato stanco e provato come me dal lungo travaglio.
Glielo dico trecento volte al giorno. E mi sembra di non dirglielo abbastanza.

So che alcune di voi che passeranno di qua penseranno che non serve dire trecento volte al giorno ti voglio bene ma è importante dimostrarlo.
Beh, ovvio che lo dimostro, sono innamorata di mio figlio, l'ho voluto con tutta me stessa, quindi come potrei non dimostrarglielo secondo dopo secondo?!?
Ma mi piace dirgli TI VOGLIO BENE, si mi piace davvero molto.

E sarà perchè lo sente dire tanto a me, ma anche lui me lo dice spesso e volentieri.
Mi prende il viso tra le sue manine, come nelle bellissime scene d'amore dei film in cui il lui della situazione dice TI AMO alla sua lei per la prima volta e la bacia appassionatamente, e mi dice MAMMA LO SAI CHE TI VOGLIO BENE. E io mi sciolgo come neve al sole, così all'istante.

Oggi invece appena tornato da scuola eravamo seduti sul divano e mi dice: MAMMA LO SAI CHE TI AMO??? E io allibita gli chiedo "Amore chi te l'ha insegnato?" e lui "Nessuno mamma, me lo sono insegnato io!".
Beh, sapete una cosa? Inizio a capire quei figli innamorati delle loro mamme a cui il ti voglio bene non basta più. E mi fa venire in mente le volte in cui dico TI AMO  a mio marito, che amo più della mia stessa vita, e mi sembra di usare una parola che non esprima abbastanza l'amore che provo per lui.

AMO LA MIA PICCOLA FAMIGLIA.

P.s. Mari sto benissimo grazie e grazie a te mi sono convinta a ritornare a scrivere...bacini

sabato 8 marzo 2014

Auguri donne!!!!!




Auguri a tutte le donne, a quelle che conosco e leggo con piacere ogni giorno , a tutte quelle che non conosco ma che passano di qua, leggono e magari commentano e anche a quelle che leggono e non commentano..a tutte!!!!

AUGURI A NOI DONNE, ESSERI SPECIALI ANZI SPECIALISSIMI!!!!

venerdì 7 marzo 2014

Dvd per bimbi


Mentre sto scrivendo questo post il mio bimbo sta guardando il suo dvd preferito "La carica dei 101". La sapete una cosa??Era il mio film preferito quando ero piccola, l'avrò guardato 100 volte, chiedevo sempre a mia mamma di mettermi su la videocassetta e lei mi accontentava spesso e volentieri. Che bella questa cosa, eppure non gli ho detto che era il mio preferito.

Da due mesi a questa parte Tv Sorrisi e Canzoni in collaborazione con Walt Disney ha avuto proprio una bella idea. Hanno venduto un sacco di dvd di film cult per bimbi e noi li abbiamo presi tutti, tranne chiaramente quelli che avevamo già.
Ci siamo presi Ratatouille, carinissimo anche se non molto conosciuto, Pinocchio, Lilli e Vagabondo, Dumbo (altro mio cartone amato da piccola), Peterpan, La Sirenetta 1 e 2, La Bella e La Bestia, Planes che avevamo visto al cinema poco tempo fa, Alla Ricerca di Nemo e Red e Toby.
E quindi in sala abbiamo un posto per i nostri dvd, miei e di mio marito, e uno per i dvd suoi. Volete saperla una cosa? Ne ha più lui!!!

E' emozionante per me vedere il mio piccolo uomo guardare con attenzione i suoi cartoni animati. Ormai è autonomo: chiede solo se può guardare un film e poi fa tutto da solo. Si accende la tv, si mette il dvd dentro il lettore dvd, lo fa partire e seduto sul suo posto sul divano se lo guarda dall'inizio alla fine.

La sera quando ci guardiamo i nostri film e lui fa il monello gli diciamo più di una volta di stare buono e di fare giochi non troppo rumorosi. Beh ha imparato a farlo anche lui. Prima ho ricevuto una telefonata e mi ha detto "Mamma non sento! Parla piano, sto guardando un film!!", poi dopo 2 minuti gli ho chiesto cosa voleva mangiare a cena e mi ha detto "Non parlare mamma, guarda il tuo computer che io sto guardando il film e non sento!!"..sto impertinente di un monello!!! Ma mi ha fatto troppo sorridere!!!!!!

Vedere che cresce e che trova le sue autonomie mi rende orgogliosa di lui, lo guardo e mi intenerisce sapere che ormai ha 3 anni e mezzo ed è giusto che diventi un pò indipendente e che non chieda più tutto alla mamma e al papà.
Ma allo stesso tempo mi dispiace anche un pò. I nostri cuccioli quando erano piccoli dipendevano in tutto e per tutto da noi ed era bello essere essenziali in tutto e per tutto per loro.



Ormai i cuccioli stanno scappando da Crudelia Demon e fra poco il mio bimbo dirà "Mamma mi dai qualcosa da mangiare?" e io dovrò dire "Amore adesso non ti do niente perché fra 5 minuti si mangia", quindi vado a preparare la cena.


Vi lascio con l'immagine di Pongo e Peggy felici e soddisfatti di aver trovato i loro cuccioli.

Qual è il cartone preferito dei vostri bimbi?

giovedì 6 marzo 2014

Adozioni a distanza


L'altro ieri mi è arrivata a casa tra la tanta altra pubblicità che riempie ogni giorno la mia cassetta della posta una busta intestata a me .
Disegnato nella busta bianca c'era il viso di una bimba di colore che sorrideva con i suoi occhioni grandi e nerissimi e le sue ciglia lunghe lunghe. Una frase scritta in arancione campeggiava imponente vicino a lei " Ho bisogno di te e del tuo aiuto".

Ho preso la busta, l'ho messa in borsa e sono andata a prendere l'autobus, che come tutti i giorni mi avrebbe portata al lavoro. Non ce l'ho fatta a non tirare fuori la busta appena montata e leggere il suo contenuto mentre raggiungevo l'ufficio, qualcosa mi attirava verso di lei.

Era una lettera di Intervita, la società che aiuta i bimbi che non sono stati riconosciuti dalle loro mamme quando sono nati.
Scrivono che ci sono dei bimbi nei paesi meno fortunati dove la loro mamma che li ha appena partoriti non li prende nemmeno in braccio, non se li appoggia sul seno e non scambia con loro il primo sguardo che li legherebbe per la vita.

Avete presente lo sguardo che vi ha legato al vostro bimbo appena ve l'hanno messo sul seno? Io lo ricordo ancora come se fosse stato ieri e invece sono passati 3 anni e mezzo. Dicono che i bimbi appena nati non vedono, notano solo delle ombre..non ci credo, sono sicura che il mio bimbo in quel momento prezioso mi ha guardato e abbia dato un volto a quella voce che l'ha cullato, che ha cantato per lui, che gli ha parlato dolcemente per quei lunghi 9 mesi, che l'ha pregato di crescere bene e non fare brutti scherzi dentro quel pancione.

Vi pensate che esistono bimbi che non hanno vissuto questo bellissimo e unico momento????

Quando l'ho letto mi si è stretto il cuore.

Intervita scrive che c'è la possibilità di aiutare questi bimbi e la loro comunità, di mandare loro un contributo di 80 cent al giorno (24 euro al mese). Quando il bimbo inizia a percepire il nostro contributo, riceve un braccialetto arancione e lo stesso lo riceviamo noi proprio per farci capire che da quel momento il bimbo penserà che qualcuno lo ama e che non è più solo.
Scrivono che il bimbo manderà dei disegni e altre cose che farà a scuola e Intervita manderà una foto del bimbo e informerà sui progressi a scuola e sulle migliorie che vengono effettuate nel villaggio del bimbo.
La cosa nuova che non avevo mai letto è che in qualsiasi momento se si ha voglia di fare un viaggio si può andare a conoscerlo e ad abbracciarlo.
Mi è piaciuta molto questa cosa, mi ricorda molto il film di Pieraccioni, di cui non ricordo il titolo, in cui lui incontra la ragazza che la madre, ora deceduta, aveva adottato a distanza e nasce tra loro prima una bellissima amicizia e poi una bella storia d'amore.

Mi ha davvero intenerito il cuore questa lettera, ma sicuramente l'avrete già capito..ma mi sorge un grande dubbio:  SARA VERO TUTTO CIO'??Sarà vero che i soldi li riceve proprio un bimbo specifico e che la foto che ti mandano è proprio del bimbo che hai adottato a distanza? Sarebbe bellissimo se fosse vero..

Questo non vuole essere un mio additare o dire che Intervita non sia seria ma se ne sentono così tante su queste società.
E poi la mia adorata mamma aveva fatto una cosa simile, aveva inviato soldi per 3 volte ad una società (non faccio il nome ma non è Intervita) e non aveva mai ricevuto nè la foto promessa nè aggiornamenti e quindi ha desistito e non ha fatto più nulla.

Voi che ne pensate?Avete avuto esperienze in tal senso?




mercoledì 5 marzo 2014

L'amore..che gran cosa



Nel mio primo post di ieri vi ho detto che amo molto mio marito, ricordate?

E' una persona altruista, che pensa sempre prima al bene mio e poi di nostro figlio prima che al suo, SEMPRE. Se non riesce ad aiutarmi si sente impotente e ci sta male. E' sempre pronto a capire come fare ad agevolarmi in ogni cosa che faccio.

Oggi che è stato impegnato al lavoro solo dopo le 18, mi ha accompagnata al lavoro e mi è venuto a prendere. Lavoro in centro e come il centro di ogni città è incasinato, pieno di sensi vietati, ztl e telecamere e quindi ci ha messo 40 minuti ogni volta. Ci siamo fermati a far colazione insieme e a prendere il mio pranzo, un bacio e sono andata in ufficio. Durante la mia mattinata al lavoro mi sono innervosita molto perchè non stava andando come volevo io, gli ho scritto e con un sms mi ha tranquillizzata e mi ha dato la forza per proseguire.

Se non mi ricordo di fare qualcosa mi aiuta sempre, è un supporto continuo sia fisico che mentale.

E anche se vi sembrerà banale...gioisce quando io sono contenta e sta male quando io sto male.

Io sono un pò tanto paurosa delle malattie e lui che ha un atteggiamento stoico, cerca sempre di darmi coraggio, di sminuire al momento giusto e di starmi vicino.

Un cliente l'altro giorno mi ha detto che è rimasto vedovo dopo 38 anni di matrimonio e mi ha raccontato che fino all'ultimo giorno di sua moglie gli venivano le farfalle allo stomaco quando la vedeva e che ringrazia il signore di avergli fatto un regalo così grande come sua moglie.

Beh spero anch'io di avere le farfalle allo stomaco fino all'ultimo nostro giorno insieme.
Adesso come adesso il mio stomaco sembra un museo delle farfalle da quante ce ne sono!!!!  

martedì 4 marzo 2014

Eccomi qui



Eccomi qui.

Sono tornata.

Non voglio dire subito chi sono alle persone che nella blogosfera mi conoscono già, spero che da come scriverò possano capirlo da sole, sarà divertente farvi indovinare.

Per le persone che non mi conoscono e arrivano a me solo ora attraverso questo blog, mi presento un pò.

Mi chiamo Francesca, ho 35 anni, sono del segno del cancro (ascendente ariete), sono moglie, mamma, donna, lavoratrice, figlia...insomma come dice il titolo del mio blog la mia vita è quasi perfetta.

Si quasi perfetta, non perfetta.

Amo la mia vita, come la sto vivendo e ciò che mi regala giorno dopo giorno.

Amo mio marito, il suo carattere, tutte le belle emozioni che mi regala, la nostra vita di coppia quotidiana, il suo volermi bene e come me lo dimostra sempre. Sto crescendo con lui, sto imparando molto da lui, è una persona che mi arricchisce e che mi stupisce ogni giorno.

Amo mio figlio, il mio monello simpaticissimo di 3 anni e mezzo, l'affetto e la dolcezza che mi regala ogni giorno, il suo crescere di fianco a me, i suoi mille regali dai suoi piccoli sorrisi, ai suoi abbracci, ai suoi disegni dove una macchia di colore disomogenea mi viene descritta in modo dettagliato.

Amo me stessa. Mi prendo molta cura di me stessa, cerco sempre di fare ciò che mi piace e che mi rende felice e serena. Mi rispetto molto, mi attornio di persone che mi fanno stare bene e lascio perdere le persone negative e che mi fanno perdere tempo. Sono ottimista, cerco sempre qualche piccolo particolare di ogni giornata per stare bene e non annoiarmi. Ho tante passioni e cerco di coltivarle.

Amo il mio lavoro. Cerco di dare il meglio di me stessa ogni giorno, mi piace che il mio titolare sia contento di avermi come dipendente per i risultati che gli porto. Desidero che il rapporto con i colleghi e il titolare sia sereno e costruttivo. Il mio motto al lavoro è VIVI E LASCIA VIVERE, io mi comporto bene nel momento in cui le persone si comportano bene con me, se questo non succede sono dolori!!

Amo la mia mamma. Purtroppo una brutta malattia me l'ha portata via quasi 3 anni fa, ma so che lei è su una stella e mi guarda ogni istante. Ecco questo è uno dei due motivi che non rendono la mia vita perfetta. Le voglio bene, un bene viscerale. Mi manca, mi manca come l'acqua ad una persona che ha una sete terribile nel deserto, mi manca come l'ossigeno che ci fa respirare bene, mi manca come la terra sotto i piedi che magari viene portata via da un terremoto.

Amo i miei animali. Ho un cagnolino, una gattina e un pappagallino inseparabile. Thommy, Chicca e Polly.

Ecco perchè questo titolo, azzeccato vero???