mercoledì 30 luglio 2014

I bimbi e i loro ragionamenti


Questa ve la devo raccontare..

Ho un cagnolino bastardino color miele di nome Thommy. E' la nostra mascotte, gli vogliamo un gran bene e l'ho preso proprio quando io e mio marito ci eravamo appena messi insieme.

Ieri sera, come ogni sera, il cucciolo mi ha aiutato a dare la pappa a Thommy e alla nostra micetta, io sono rimasta ad aspettare che finissero di mangiare e il cucciolo è andato a letto con il papà.
Thommy non ha voluto finire la pappa. Era risoluto, non voleva finirla a nessun costo.
A me questa cose rompe un sacco perchè non sopporto che non mi ascolti e che lasci la pappa nella ciotola, anche perchè il giorno dopo con questo caldo diventa secca e immangiabile, e non mi piace che la gatta possa mangiare la sua pappa che magari le fa male essendo bocconi più grandi.
Allora ho iniziato ad inveire contro Thommy, lui non mi ascoltava e io mi innervosivo sempre di più.

Persa la pazienza ho lasciato perdere e ho raggiunto i miei uomini. Il mio cucciolo mi ha chiesto cos'era successo giù dato che mi ha sentita urlare e io gli ho raccontato tutto sempre con modo e tono nervosi.
Di tutta risposta mi ha detto: "Mamma, ma sei arrabbiata anche con me??" e io gli ho risposto di no, che ero nervosa solo perchè Thommy non  mi aveva ascoltata e mi aveva ringhiato, e allora lui "Ma e perchè mamma se non sei arrabbiata con me mi parli con questo tono nervoso?".

Sono rimasta senza parole, dispiaciuta e sconsolata.

Gli sono andata vicino e gli ho detto che mi dispiaceva davvero. Mi ha detto"E allora chiedimi scusa mamma, quando si sbaglia si chiede scusa". Caro, l'ho riempito di baci e ci siamo coccolati un pò prima della nanna.

Cari questi bimbi, imparano da noi e dai nostri insegnamenti e la loro lucidità e maturità a volte è disarmante.

venerdì 25 luglio 2014

Domande da bimbi


Ieri sera il mio bimbo se n'è uscito con una domanda che mi ha colpito tantissimo.
Ero in cucina che preparavo la cena, mi si avvicina guardandomi con i suoi occhietti dolci e il nasino all'insù, mi tira un lembo del vestito per attirare la mia attenzione e mi chiede:

MAMMA MI VUOI SPOSARE???

Beh, sono rimasta di sasso. Non mi aspettavo questa domanda a bruciapelo, no no.
Già giorni fa mi aveva detto TI AMO, ve ne avevo parlato in uno dei miei ultimi post,  ma questa domanda mi ha lasciata spiazzata.

Ragionandoci mi vengono in mente tante cose belle.
Penso che veda me e suo papà innamorati, sa che siamo sposati e che ci siamo sposati quando lui era già nato, e quindi immagino che dal tanto bene che mi vuole pensi sia giusto sposarsi.
Magari in uno dei mille cartoni che guarda ci sarà stata una coppia che si è sposata, la vedeva felice e che si volevano bene quindi anche lui vuole sposare la persona a cui vuole bene.
Mi sono sempre più convinta di ciò quando l'ha chiesto anche a mio marito la sera durante un loro momento della giornata a cui tengono molto entrambi, ovvero la preparazione per la nanna. In quel momento giocano, ridono, scherzano, mio marito si prende cura di lui e si riempiono di coccole a vicenda.

A voi è arrivata questa domanda?

domenica 20 luglio 2014

La voglia di un altro bimbo

Ebbene sì, ho il desiderio di avere un altro bimbo, anzi di una bimba.

Ieri sera con mio marito ci siamo guardati i primi filmati del nostro cucciolo appena nato, commossi come sempre, e mi si è rafforzata la voglia di avere un altro cucciolo tutto nostro e solo nostro.

Il nostro Mattia ad agosto farà 4 anni e quindi spero non sarà gelosissimo della sorellina, capirà che essendo più piccola ha bisogno di più attenzioni di mamma e papà. E poi anche lui ha voglia di una sorellina, si vede che ha voglia di un compagno di giochi che non sia solo un amichetto ma che la sera rimanga a casa con lui e che non se ne vada a casa sua, che mangi con lui..insomma che faccia parte di lui e della vita di tutti i giorni e della sua casa.

Dopo l'avventura con la nostra piccola Maya ho anche bisogno di una sorta di "rivalsa", è davvero brutto vivere una gravidanza, portarla quasi al termine e non avere qui tra di noi quel secondo frutto del nostro amore, ma sapere che è in cielo in mezzo agli angeli.
Più passa il tempo più si realizza. Il tempo porta via la grande angoscia, il grande senso di disperazione ma non porta via del tutto la vena di tristezza. Non porta via i brutti ricordi, non li cancella, e ogni tanto riaffiorano e fanno male. Gli attimi più brutti fanno anche vacillare..

Ho voglia di parlare con la mia pancia, di accarezzarla e che mio marito me la accarezzi dicendo in continuazione "Chi c'è qui???". Ho voglia di vedere il cucciolo nelle ecografie, sentire quel magico suono del suo cuoricino e sentire i colpetti dei suoi piedini e manine. Vedere la pancia che cresce, la gioia che esplode in ogni poro mio e del suo papà.

Sì, ho voglia di queste cose.